Orario di visita: Lun | Sab 9.00 | 19.00
Chiama ora +393667441940

PRP

Che cos’è il PRP

Trattamento con PRP

La sigla PRP (Platelet-Rich Plasma) corrisponde a plasma arricchito di piastrine.
Le applicazioni di questa tecnica in ambito medico sono numerose poiché favorisce la rigenerazione dei tessuti e la guarigione delle ferite.
ll PRP viene utilizzato con successo per la caduta dei capelli, ma anche nei soggetti già sottoposti ad autotrapianto di bulbi del follicolo pilifero, per favorire un attecchimento più rapido e stimolare la crescita di eventuali bulbi silenti, migliorando il risultato chirurgico.
Con funzione anti-età, viene utilizzato nel rinnovamento cellulare della cute delle mani, del viso, del collo e del decolletè ma potrà anche essere utilizzato per la cute dell’addome e delle gambe).
Il PRP nasce da una semplice intuizione: quando si è in presenza di una ferita di qualsivoglia natura, il primo meccanismo che il nostro corpo mette in atto consiste nella formazione di un coagulo. Solitamente questo è composto da 95% rbc (globuli rossi); 4% plt (piastrine); 1% wbc (globuli bianchi).
Partendo da questa informazione si è pensato di isolare e concentrare tutti i componenti che intervengono nella formazione del coagulo, eliminando le componenti strutturali rappresentate dai globuli rossi. In questo modo la composizione del PRP è la seguente: 95% plt (piastrine); 4% rbc (globuli rossi); 1% wbc (globuli bianchi). Questo perché il nostro obiettivo è concentrare la maggior quantita’ di fattori di crescita piastrinici (PDGF)(TGFß).
Sono proprio i fattori di crescita che hanno la capacità di stimolare la moltiplicazione e la differenziazione delle cellule del nostro organismo.

Il candidato ideale

Nell’ambito della Medicina estetica il PRP viene utilizzato prevalentemente come biorivitalizzante per ottenere una pelle più giovane e per avere capelli più folti.
La principale indicazione è nell’ alopecia androgenetica, sia maschile (interessa l’85% degli uomini) che femminile (colpisce il 50% delle donne in menopausa).

Come si svolge il trattamento

Attraverso una procedura molto semplice, si preleva il sangue del paziente e si esegue una filtrazione e una centrifugazione; questo consente di selezionare un plasma ricco di piastrine e quindi di ottenere una concentrazione molto elevata (383%) di fattori di crescita piastrinici (PDGF: Platelet Derived Growth Factors).
La soluzione così ottenuta viene iniettata sottocute con microiniezioni distribuite a distanza di circa 1-2 cm l’una dall’altra.
Il trattamento dura circa 30 minuti.

Il post-trattamento

La procedura è semplice e ben tollerata, trattandosi di una sostanza naturale direttamente prelevata dal paziente, presenta una compatibilità totale, senza che possano verificarsi fenomeni di intolleranza o allergie.

Quanto dura il risultato

Questo trattamento viene eseguito una volta ogni 3-4 mesi e la sua efficacia è di circa 6 mesi.